La Cassata siciliana rivisitata

La Cassata siciliana rivisitataLa Cassata siciliana rivisitata: la mia versione e rappresentazione a strati  e al bicchiere della nota e tradizionale Cassata siciliana.

CONCEPT

La mia idea di Cassata siciliana rivisitata nasce dal desiderio di rappresentare ideologicamente le diverse origini culturali e storiche che nel corso dei secoli hanno fortemente influenzato questo tipico dolce pasquale conventuale.

Sulla sua storia e sulle sue origini ti racconto di più nel mio articolo/podcast  

La sua realizzazione “a strati” vuole così ricordare la stratificazione culturale e antropologica che ha reso grande la storia della mia terra ma soprattutto della mia città ossia Palermo.

Ho così composto il dolce con:

  • un primo strato di Pan di Spagna, che pare sia stato portato qui in Sicilia dai marinai genovesi o dagli spagnoli
  • un secondo strato di pasta reale al pistacchio, dalle origini fortemente normanne
  • un terzo strato di crema di ricotta, molto probabilmente importata dagli arabi
  • un quarto strato di frutta candita che dà un tocco colorato, vitale e barocco alla Cassata siciliana.

    La Cassata siciliana rivisitata

    La mia versione di Cassata siciliana rivisitata al bicchiere

COLORI E PROFUMI

La Cassata siciliana con i suoi colori e le sue forme è certamente simbolo di festa, di gioia e di vitalità.

I suoi colori intensi come il rosso, il verde l’arancione sul candido color bianco della ricotta in qualche modo sono espressione di significati molto più profondi.

Rosso come l’amore che può raggiungere i nostri cuori e come l’energia vitale fisica e mentale capace di smuovere anche le montagne.

Arancione come l’equilibrio e l’armonia che distende la nostra tensione, ma anche come la creatività capace di generare nuove cose.

Verde come il colore della natura, colore di speranza, di positività e di un libero fluire di tutto quello che ci arriva.

Bianco simbolo della purezza, della chiarezza mentale e della capacità di scrollarsi senza indugio di ogni peso durante il percorso della vita.

Per completare poi la mia Cassata siciliana rivisitata ho preparato con il Passito di Pantelleria una bagna per il Pan di Spagna.

Sapori corposi, dolci, decisamente più delicati della classica Cassata siciliana rivestita con glassa di zucchero fondente. 

Profumi siciliani che rendono vivo il colore della tradizione sia nella versione a strati che nella sua versione al cucchiaio.

Se vuoi preparare la ricetta della tradizionale Cassata siciliana, guarda qui la mia video ricetta.

Cassata siciliana rivisitata

 

 

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chef blogger e Podcaster con un passato da giurista.

Cresciuta professionalmente tra i fornelli di Cantiere Cucina, la mia missione è comunicare la Sicilia attraverso i miei piatti d’autore.

Il mio progetto?

“Ti racconto una ricetta”

Ti porto con me raccontandoti la storia e l'eccellenze enogastronomiche della mia Sicilia con itinerari siciliani e eventi di antropologia culturale legati al cibo su più canali:
video itineranti, cene e cooking show da me ideati e curati, coinvolgendo aziende del territorio.
Realizzazione piatti d'autore con materie prime del territorio.
Racconti, interviste e storie divulgati mediante il mio nuovo Podcast.

Collaborazioni:
florianafontanablog@gmail.com

Il mio progetto: Ti racconto una ricetta, tappa Polizzi Generosa
Entra a far parte della mia Community e rimani aggiornato!
Ascolta il mio Podcast