Gino e Teresa Armetta

La Gastronomia Armetta, dopo ben 95 anni, è ancora oggi una tra le realtà gastronomiche più storiche di Palermo.

Nata e cresciuta nel quartiere San Lorenzo di Palermo, la Gastronomia Armetta dista a soli 6 km dalla Cattedrale di Palermo e a 2 km da Mondello.

Sia che voi siate di Palermo o turisti in visita nella nostra città, la bottega Armetta rappresenta per la città di Palermo un luogo di incontro tra produttori siciliani e buongustai.

Per scoprire di più su questa realtà in cui le emozioni si trasformano in conoscenza, qualche giorno fa ho fatto una piacevolissima chiacchierata con Teresa Armetta.

Teresa Armetta è il volto femminile della Gastronomia. Un vulcano di energie, una donna di grande entusiasmo con un profondo amore per la nostra Sicilia tanto da averla definita personalmente una vera e propria “canta storie”.

Ascoltare l’esperienza e i racconti di Teresa Armetta è un po’ come ascoltare i dolci racconti di nonna e le tenere fiabe di mamma.

Per questo ti suggerisco di ascoltare l’Ep 26 del mio Podcast.

Basta un solo click su “play” e ovunque tu sia potrai fare un salto con Teresa in uno dei quartiere più floridi di Palermo.

Ascoltando il suo racconto inizierai a viaggiare con l’immaginazione fino a ritrovarti in quel quartiere in cui un tempo grandi distese di campagna emanavano profumo di zagara e di agrumi. Un dolce ricordo che ancora oggi è possibile rivivere attraverso i racconti di “mamma Teresa”.

 

Cosa rappresenta la  Gastronomia Armetta per il quartiere San Lorenzo e per la città di Palermo?

Gino e Teresa Armetta

Gino e Teresa Armetta in bottega (foto della Gastronomia Armetta)

“Noi siamo un posto tranquillo e sicuro in cui la nave del buongustaio approda con tranquillità. Perché la gioia di chi frequenta la Gastronomia Armetta è certamente legata al territorio, al prodotto genuino e talvolta anche esotico che non si trova facilmente in altri punti vendita. Siamo un po’ i “vusca pani” del quartiere San Lorenzo. Il nostro è un servizio dovuto, un senso di rispetto verso il quartiere in cui ci troviamo. 

Chi entra da noi non fa solo la spesa, si ferma anche per fare due chiacchiere. Siamo una casa, un punto di riferimento sia per la mamma che passa per comprare un panino per il proprio bambino che per il professionista il quale, chiuso lo studio, si ferma da noi per fare un aperitivo.”

Ecco, la Gastronomia Armetta è un riferimento di comunità”.

 

Teresa tu sei la porta tramite la quale i clienti entrano nella realtà della famiglia Armetta. Senti un po’ il senso di responsabilità di questo ruolo?

Gino Armetta

Gino Armetta e lo sfincione palermitano (foto della Gastronomia Armetta)

“Leviamoci un po’! Una grande responsabilità! Avere l’impegno con mio marito di andare alla ricerca dei prodotti tipici siciliani o di prodotti DOP per i quali la CE dà deroghe sulla produzione per mantenerne l’autenticità. Sapere che per esempio un prodotto passa attraverso il legno, come il formaggio, è così importante tanto da dover essere raccontato e spiegato ai clienti”.

Visto che la storia è fatta di eventi e di accadimenti che si evolvono nel tempo, di sicuro qualcosa della Gastronomia Armetta è cambiata, no?

“Si, si sono aggiunti i corsi. La selezione c’è sempre stata. Mio suocero non portava nulla in bottega che non gli piacesse. Mio suocero prediligeva la pasta sfusa, il pane, le farine perché nel quartiere San Lorenzo c’erano diversi pastifici. Apre nel 1926 la nostra bottega, secondo le ricerche fatte tramite la Camera di commercio.

C’erano i “casciuna” in cui si custodiva la pasta sfusa e poi c’era una stanza attigua dove si tenevano il frumento per gli animali dell’aia perché a San Lorenzo c’erano tantissime case rurali ai tempi. Ovviamente non teniamo più nulla per gli animali ma ci siamo concentrati di più sull’eccellenze agroalimentari. Abbiamo un piccolo angolo enoteca straordinario. Teniamo degli incontri per conoscere i vini. Abbiamo il pane di Piana degli Albanesi, di Monreale, quello nero di Castelvetrano. Di sicuro da noi non troverai mai la ricotta in estate perché le pecore sono in strizza. Noi seguiamo certamente la stagionalità”.

Aperitivo ArmettaScegliere la bottega Armetta significa vivere di emozioni e abbracciare la bellezza del turismo esperienziale a Palermo e percorrere un tour enogastronomico alla scoperta del territorio siciliano.

“Si, noi accompagniamo i clienti sulla conoscenza del prodotto. Lo spoiler è questo: per la prima volta la Comunità Europea ci riconosce il ruolo di “chiusura della filiera”. Noi siamo l’ultimo anello che dal campo arriva alla tavola del produttore”.

Floriana.

Se sei alla ricerca di una bottega per acquistare prodotti tipici siciliani e Slow food visita la Gastronomia Armetta in via dei Quartieri, 6 (Piazza San Lorenzo).

Voglia di evadere all’aria aperta? Da lunedì la Sicilia è tornata in zona gialla! Scopri anche tu Giardino Inglese e Villa Trabia

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chef blogger e Podcaster con un passato da giurista.

Cresciuta professionalmente tra i fornelli di Cantiere Cucina, la mia missione è comunicare la Sicilia attraverso i miei piatti d’autore.

Il mio progetto?

“Ti racconto una ricetta”

Ti porto con me raccontandoti la storia e l'eccellenze enogastronomiche della mia Sicilia con itinerari siciliani e eventi di antropologia culturale legati al cibo su più canali:
video itineranti, cene e cooking show da me ideati e curati, coinvolgendo aziende del territorio.
Realizzazione piatti d'autore con materie prime del territorio.
Racconti, interviste e storie divulgati mediante il mio nuovo Podcast.

Collaborazioni:
florianafontanablog@gmail.com

Il mio progetto: Ti racconto una ricetta, tappa Polizzi Generosa
Entra a far parte della mia Community e rimani aggiornato!
Ascolta il mio Podcast