Caponata siciliana
antipasti siciliani

Caponata siciliana: la ricetta con melanzane

Caponata siciliana: un piatto prelibato della cucina siciliana!

Che sia servito per antipasto o per contorno!

Ricordi delle estati d’infanzia a casa di nonna tra “Tagghiarina ca’ sassa” e Caponata di melanzane

Profumo di agrodolce nell’aria, una manciata di zucchero, qualche cucchiaio di aceto e pochi ma buoni capperi messi a dissalare.

La Caponata di melanzane è la mia idea di estate palermitana

Preparata con melanzane a Palermo o con il Capone nella sua versione originale, l’agrodolce ne garantisce una lunga conservazione in frigo!

Una ricetta che certamente non poteva mancare nel mio sito!

Sapevate che le sue origini sono aristocratiche?

Ve li racconto in un video, portandovi con me sulla valle dell’Eleuterio con Ti racconto una ricetta: la Caponata Siciliana

Floriana.

Ingredienti (12 dosi):

  • 6 melanzane
  • 6 cipolle bianche
  • 400 ml acqua tiepida
  • 400 g olive verdi
  • 300 g concentrato di pomodoro
  • 200 g sedano
  • 200 g capperi sotto sale
  • 200 g zucchero
  • 2 bicchieri aceto
  • q.b. sale
  • q.b. olio Evo
  • 2 litri olio di semi (per friggere)

Procedimento:

  1. per prima cosa affettate la cipolla, tagliate a dadolata il sedano ben pulito e le olive verdi, privandole del nocciolo.
  2. Sciacquate con abbondante acqua i capperi per eliminare il sale.
  3. In una pentola ben capiente fate rosolare la cipolla con un filo d’olio e un po’ d’acqua fino a coprire la cipolla.
  4. Non appena la cipolla è entrata di cottura, aggiungete il sedano e fatelo cuocere sempre a fiamma dolce, aggiungendo un po’ di acqua sempre per facilitare la cottura.
  5. Aggiungete poi le olive, i capperi e mescolate.
  6. Per ultimo unite il concentrato di pomodoro con 400 ml di acqua tiepida.
  7. Fate cuocere per 20 minuti la salsa e infine aggiungete l’aceto e lo zucchero.
  8. Mescolate e regolate di sale.
  9. A questo punto potete friggere le melanzane per completare la vostra Caponata di melanzane

  10. Per prima cosa tagliate a dadolata le melanzane. Poi cospargete del sale sulle melanzane messe in un colapasta o, se avete poco tempo a disposizione, potete asciugare le melanzane con della carta assorbente.
  11. Riscaldate l’olio di semi, friggete le melanzane e unitele alla salsa.
  12. Servite la Caponata fresca, con una bella spolverata di cacao amaro come tradizione.

Trucchi del mestiere

  • cottura sedano: esiste un metodo alternativo alla sua cottura in padella. Potete lessarlo a parte in acqua bollente e poi aggiungerlo alla salsa;
  • se preferite una salsa più leggera vi consiglio di sostituire il concentrato di pomodoro e l’acqua con 1 litro di salsa di pomodoro;
  • sotto sale o carta assorbente: due metodi fondamentali perché le melanzane rilascino la propria acqua di vegetazione, evitando così i fastidiosi schizzi durante la frittura.
  • potete conservare la Caponata di melanzane in frigo, in un contenitore chiuso ermeticamente per 2-3 giorni.

Scopri le ricette dei miei Primi piatti siciliani

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *